Screenshot drowning chain of survival
UNA CHIAMATA ALL'AZIONE

ANNEGAMENTO CATENA DI SOPRAVVIVENZA

L'annegamento è una seria e trascurata minaccia per la salute pubblica che causa la morte di 400.000 persone all'anno in tutto il mondo - e ancora, non ci sono ampi sforzi di prevenzione che mirano all'annegamento.

RESTUBE si è posta l'obiettivo primario di aumentare la consapevolezza dei pericoli in acqua. Insieme a persone e organizzazioni di tutto il mondo che la pensano allo stesso modo, vogliamo attirare maggiormente l'attenzione sull'annegamento perché - di fatto - è un problema di politica sanitaria altamente prevenibile. Con la creazione del sistema di sicurezza Restube, che fornisce galleggiamento e visibilità per se stessi e gli altri in situazioni critiche, stiamo già dando un contributo decisivo per le persone nell'oceano, nei laghi e nei fiumi così come per i nuotatori e gli atleti. In definitiva, però, la sicurezza in acqua è un compito collettivo a cui tutti possiamo contribuire condividendo le informazioni e comprendendo le azioni necessarie per prevenire gli annegamenti.

Oggi vorremmo presentarvi la Catena della Sopravvivenza all'annegamento. Il piano in 5 fasi contiene le azioni chiave per prevenire l'annegamento e vi aiuta a capire come agire efficacemente in caso di annegamento. Ci piace anche mostrarvi come Restube può sostenervi in ogni singolo passo. E abbiamo avuto il grande piacere di parlare con Jonathon Webber, una delle figure principali nello sviluppo della Catena della sopravvivenza in caso di annegamento. Leggi l'intervista qui sotto.

Un team di studio internazionale che include il rappresentante del NZRC's Surf Life Saving New Zealand Jonathon Webber ha trovato un nuovo modo per aiutare a prevenire gli annegamenti. La serie di semplici passi è presentata come una "catena di sopravvivenza all'annegamento". L'annegamento è la terza causa principale di morte per lesioni involontarie in tutto il mondo, eppure non esiste un metodo globalmente accettato per prevenire l'annegamento. In 'Creating a Drowning Chain of Survival', pubblicato sulla rivista Resuscitation, i ricercatori descrivono lo sviluppo di una 'Drowning Chain of Survival' universalmente appropriata per la prevenzione e la risposta efficace all'annegamento. (NZRC)

Drowning Cahin of Survival - recommendation for key actions How can Restube help?
  • Stay within arm’s reach of children when in or near the water
  • Swim in water-safe areas where there are lifeguards
  • Fence pools, spas and other aquatic locations with 4-sided fencing
  • Always wear a lifejacket when using watercraft
  • Wear a flotation device around water if possible
  • Learn how to swim and water safety survival skills
Restube is so robust and compact that you can wear your flotation really all the time in and around water. If you need flotation just pull the trigger, within seconds Restube inflates and provides instant buoyancy
Drowning Cahin of Survival - recommendation for key actions How can Restube help?
  • Recognise early drowning victim’s distress signs. Victims may not wave or call for help
  • Tell someone to call for help while staying on-scene to provide assistance
  • Watch where the victim is in the water, or ask a bystander to keep constant watch
Wave with the long yellow buoy or use the whistle to attract attention
While helping others How can Restube help?
  • Stay out of the water to reduce rescuer-risk
  • Throw something that floats to the victim
Provide first help with flotation to others with Restube

If you are in the water, hand Restube over to the another person
To help yourself
  • If you are in difficulty, don’t panic; stay with any flotation you may have
  • Signal for help as soon as possible, and float
If you are outside of the water, throw the water activated “Restube automatic” to the person in need
Drowning Cahin of Survival - recommendation for key actions How can Restube help?
  • Assist the victim on how to self-rescue by giving them directions for getting out of the water
  • Try to remove the victim without entering the water
  • Only if safe to do so, rescue the victim using any flotation available
Get out of the water as quickly as possible: with Restube you can swim fast having no perceivable drag and you can even dive through waves
Drowning Cahin of Survival - recommendation for key actions How can Restube help?
  • If not breathing, start CPR (ventilations and compressions) immediately
  • Consider the use of oxygen and an automated external defibrillator (AED) as soon as possible if available
  • If breathing, stay with victim until help arrives
  • Seek medical aid/hospital if any symptoms are present, and for all victims who require resuscitation” (Szpilman et al., 2014, pp.1150-1151)
Some Restube models have a small pocket where you can store a mouth-to-mouth mask

If you are well trained and a reanimation needs to be done urgently in the water, you can support by giving flotation with Restube
DR JONATHON WEBBER. IMAGE CREDIT MICHAEL CRAIG NEW ZEALAND, Surf Lifeguard mit Fernglas und Sonnenbrille.

Jonathon Webber

Il dottor Jonathon Webber è un bagnino qualificato avanzato (in pensione) e docente onorario presso il Dipartimento di anestesiologia dell'Università di Auckland. Il suo background clinico è come ufficiale di rianimazione in un ospedale terziario/centro traumatologico e ha anche lavorato in vari campi dell'assistenza di emergenza pre-ospedaliera, tra cui la prima risposta della comunità, l'ambulanza e l'assistenza medica in caso di eventi..

I suoi interessi di ricerca comprendono i fattori umani e la gestione delle crisi, la simulazione nell'assistenza sanitaria, la rianimazione, la gestione delle vie aeree, la prevenzione degli annegamenti e la cura delle emergenze acquatiche. Membro fondatore dell'International Drowning Researchers' Alliance, è anche membro corrispondente del comitato medico della ILS (International Life Saving Federation) e membro esecutivo del New Zealand Resuscitation Council.

Profilo accademico: Cliccare qui

Pubblicazioni: Cliccare qui

Jonathon, grazie mille per aver trovato il tempo di parlarci della Drowning Chain Of Survival - che crediamo sia un grande contributo alla comprensione di come prevenire gli annegamenti e anche rispondere efficacemente agli annegamenti.

RESTUBE: Può presentare la Catena di sopravvivenza di Drowning ai nostri lettori che non ne hanno mai sentito parlare prima? A chi è rivolto?

JONATHON: The Drowning Chain of Survival è un modello di prevenzione delle lesioni, stilizzato in forma di matrice di Haddon e presentato come un pittogramma. Descrive tutti i passi nella gestione di un incidente di annegamento dalla prevenzione, che è la più importante, alla fornitura di primo soccorso e rianimazione, se necessario, quando la persona è stata rimossa dall'acqua. Il pubblico a cui è destinato include il pubblico e i soccorritori non professionisti, fino ai bagnini e altri professionisti della sicurezza acquatica, insieme a qualsiasi altro soccorritore nel mezzo.

Il modello è stato generato per fornire una struttura internazionale universale per rispondere agli incidenti di annegamento in tutta la posizione acquatica; approvi e riassuma i modelli attuali di prevenzione di annegamento, di salvataggio e di rianimazione dell'acqua con l'uso della messaggistica stabilita e delle azioni chiave di consiglio; porre maggiore enfasi sugli aspetti del salvataggio dell'acqua della risposta di annegamento; e fornisca una "chiamata all'azione,,, che con la sicurezza del soccorritore in mente, autorizza quelle sulla scena a fare qualcosa, piuttosto che niente..

Nathalie Pohl steht am Strand mit aufgeblasenem Restube in weiß schäumenden Wellen.

Restube

Restube è un prodotto per una maggiore libertà e sicurezza in e intorno all'acqua. Confezionato estremamente piccolo in una borsa, il sistema leggero di circa 200 grammi può essere attaccato ad una cintura o direttamente all'attrezzatura. In una situazione spiacevole in acqua, con una pressione sul grilletto la boa gialla Restube si gonfia in pochi secondi toccando la cartuccia di CO2 integrata. La boa riempita ti dà il tempo di orientarti in acqua, di ricaricarti, di attirare l'attenzione salutando con la boa in colore di segnalazione o di aiutare gli altri con essa.

È molto facile nuotare velocemente trascinando la lunga boa aerodinamica dietro di sé o anche immergersi tra le onde - il suo guinzaglio di sicurezza la collega strettamente alla cintura dell'anca. Tornati a terra, il boa può essere dotato di una nuova cartuccia e utilizzato di nuovo in pochi minuti. Restube può anche essere gonfiato con la bocca. Ci sono tre diversi prodotti Restube - a seconda dell'attività - per uso privato, così come due modelli speciali Restube per i soccorritori professionali.

RESTUBE: Ovviamente Restube copre 4 delle 5 fasi della catena: 1. Prevenzione indossando un galleggiante; 2. Creare consapevolezza con la boa lunga di colore di segnalazione o utilizzando il fischietto allegato; 3. Aiutare gli altri passando la boa; 4. Permette di uscire dall'acqua rapidamente, perché anche con una boa Restube innescata che si tira dietro, non si è rallentati, si può anche immergersi attraverso le onde.

Ma anche, quello che abbiamo appreso di recente, Restube ha aiutato quando la rianimazione in acqua (bocca a bocca) è stata necessaria in quanto fornisce il galleggiamento. Come scienziato e professionista della sicurezza in acqua che ha studiato a fondo il tema della sicurezza in acqua - quali sono i tuoi pensieri sull'idea di Restube?

JONATHON: Quando una persona sta annegando ci sono due obiettivi: uno strategico e uno tattico. L'obiettivo strategico è quello di rimuovere la persona dall'acqua, ma l'obiettivo tattico è quello di interrompere l'annegamento del processo e questo si ottiene con il galleggiamento. Anche i soccorritori professionisti tendono a concentrarsi sull'obiettivo strategico, ma a causa della posizione della persona, ad esempio, nella zona di rottura del surf, il salvataggio immediato non è sempre possibile.

Un altro problema è che i soccorritori entrano in acqua senza alcuna forma di galleggiamento, e questo può portare a ciò che è noto come sindrome acquatica della vittima al posto del soccorritore. In questa situazione, tipicamente la persona in difficoltà sopravvive e l'aspirante soccorritore annega. Questo è il caso in cui un dispositivo progettato appositamente, come Restube, o un dispositivo di galleggiamento improvvisato è essenziale per la sicurezza del soccorritore, che è la priorità in qualsiasi incidente di annegamento.

RESTUBE: Dal 2014, quando è stata pubblicata la Catena di sopravvivenza di Drowning, cosa è stato fatto per implementarla? Come si fa a renderla pubblica, accessibile alla gente (in modo educativo)?

JONATHON: The Drowning Chain of Survival è stato adottato dall'International Life Saving Federation (ILS), dall'European Resuscitation Council e da numerose altre organizzazioni per la sicurezza in acqua e dai fornitori di formazione al primo soccorso in tutto il mondo. Il grafico ora appare nei materiali di formazione, ad esempio nei libri di testo, nella segnaletica pubblica accanto ai pericoli dell'acqua, ed è anche usato nei programmi di educazione alla sicurezza in acqua. Il miglior esempio di questo è in Brasile, dove è la base per l'educazione alla sicurezza in acqua, come potete vedere nell'immagine qui sotto:

DROWNING CHAIN OF SURVIVAL EDUCATION

Educazione pubblica utilizzando il Annegamento della catena di sopravvivenza in Brasile.

Credito fotografico: David Szpilman

RESTUBE: Secondo lei, cosa dovrebbe fare la gente, quali sono le azioni necessarie per divertirsi in acqua e per essere preparati in caso di necessità?

JONATHON: Le persone devono pensare a cosa potrebbe andare storto; è così semplice. Devono anche essere adattabili e rivedere i loro piani se necessario. Quando arrivano al luogo dove stanno andando, se le condizioni sono cambiate, appaiono pericolose, o sono in dubbio di qualsiasi tipo, devono fare qualcos'altro che non includa entrare o stare nell'acqua. Il problema, però, è che quasi nessuno pensa mai di essere coinvolto in un incidente di annegamento o di essere chiamato ad aiutare un membro della famiglia o un'altra persona quando prepara la macchina per andare in spiaggia, al lago o in un altro luogo acquatico. In molti luoghi in cui la gente si diverte in, su o intorno all'acqua, non ci sono servizi di salvataggio come i bagnini immediatamente disponibili. Anche se essere in grado di eseguire un salvataggio in acqua richiede una formazione specifica, preferirei che i soccorritori non addestrati avessero accesso a dispositivi di salvataggio e galleggiamento come Restube piuttosto che entrare in acqua senza niente.

RESTUBE: Cosa si augura per il futuro? Quali sono i principali cambiamenti che devono avvenire nel mondo per ridurre significativamente le morti per annegamento?

JONATHON: Le comunità, i governi e tutti noi come individui abbiamo bisogno di capire meglio il vero peso sociale ed economico dell'annegamento, che nella maggior parte dei casi è interamente prevenibile. Una strada per questo è una migliore ricerca e valutazione delle iniziative di prevenzione dell'annegamento. Altre forme di prevenzione delle lesioni ricevono tipicamente più pubblicità e finanziamenti, e in alcuni casi sono più facili da affrontare perché, come nel caso del trauma da veicolo a motore, ci sono soluzioni ingegneristiche, per esempio, che possono rendere le auto e le strade più sicure. L'annegamento è più complesso a causa della natura disparata di come e dove questi eventi si verificano. In molti paesi a basso e medio reddito, l'annegamento è direttamente collegato ad attività di sostentamento come la raccolta di cibo e i bambini lasciati senza sorveglianza.

RESTUBE: La gente pensa che l'annegamento sia una preoccupazione solo dei paesi a basso reddito, è statisticamente vero?

Anche nei paesi ad alto reddito, l'annegamento è ancora una delle principali cause di morte involontaria. Quindi, è necessaria una risposta poliedrica e multiagenzia che sia adattata ai bisogni di specifiche comunità e gruppi ad alto rischio, piuttosto che un approccio "taglia unica". Ci sono molti buoni esempi in tutto il mondo di programmi di prevenzione dell'annegamento e queste esperienze dovrebbero essere ampiamente condivise per vedere se possono essere applicate a livello locale per affrontare le esigenze specifiche della popolazione target.

RESTUBE: Quanto sono rilevanti i disastri naturali riguardanti l'annegamento?

Dobbiamo anche rivalutare la nostra preparazione e risposta ai disastri naturali. Questi eventi sembrano verificarsi più frequentemente e, a mio parere, dobbiamo fare di più per garantire che quei paesi/regioni inclini a inondazioni, tsunami ecc. siano in una posizione migliore per far fronte a questi disastri. Questo, si spera, andrà in qualche modo a ridurre il numero di morti per annegamento a livello globale.

Dichiarazione di conflitto d'interessi

Jonathon Webber è il proprietario di AquaSafe New Zealand, una società di sicurezza acquatica con sede a Auckland che vende prodotti di salvataggio/rianimazione in acqua e anche Restube.